mercoledì 16 gennaio 2013

Vi Presento Arwen

Ciao a tutti miei carissimi ent oggi voglio parlarvi di un personoggio a me molto caro il quale ho preso in prestito il suo nome  ^_^ sto parlando di Arwen figlia più giovane di Elrond e Celebrían; i suoi fratelli maggiori erano i gemelli Elladan e Elrohir. Si dice reincarnasse le sembianze di Lúthien Tinuviel, e fu chiamata Undómiel, poiché era la Stella del Vespro del suo popolo. Come è narrato ne "La Storia di Aragorn e Arwen", che si trova nell'Appendice A de Il Signore degli Anelli (dopo il terzo volume, Il Ritorno del Re), quando Aragorn aveva vent'anni incontrò Arwen per la prima volta a Gran Burrone, dove egli viveva sotto la protezione di Elrond. Arwen, che allora aveva oltre 2700 anni, era recentemente ritornata alla casa di suo padre dopo aver vissuto per un po' con sua nonna Galadriel a Lórien. Aragorn s'innamorò di Arwen a prima vista. Circa trent'anni dopo, i due si ritrovarono a Lórien; quella volta, Arwen ricambiò l'amore di Aragorn; allora "si giurarono eterna fedeltà" sulla collina di Cerin Amroth. La prima vera apparizione di Arwen ne Il Signore degli Anelli è a Gran Burrone, quando gli Hobbit arrivarono lì, e Aragorn fu visto con lei — il primo indizio della loro relazione. Dopo, quando la Compagnia dell'Anello arrivò a Lothlórien, Aragorn ricordò il loro precedente incontro e si fermò riverente presso Cerin Amroth. 

[Ai piedi della collina trovarono Aragorn seduto immobile e silenzioso come un albero; teneva in mano un piccolo dorato fiore di elanor e nei suoi occhi brillava una luce. Era immerso in qualche dolce ricordo: guardandolo, Frodo capì che stava rammentando le cose quali erano un tempo nel medesimo luogo. I foschi anni erano scomparsi dal volto di Aragorn, ed egli pareva vestito di bianco, un giovane sire alto e splendente; delle parole in lingua elfica volavano dalle sue labbra a qualcuno che Frodo non vedeva: Arwen vanimelda, namarië![*] Disse, traendo un sospiro; poi tornando dai sogni alla realtà, guardò Frodo e sorrise. «Qui è il cuore del Reame Elfico in terra», disse, «e qui dimorerà per sempre il mio cuore, a meno che non vi sia una luce oltre le oscure strade che ancora dobbiam percorrere, tu ed io. Vieni meco!». Prese Frodo per mano e si allontanò dal colle di Cerin Amroth, e non vi tornò mai più con umane sembianze.

[*]Arwen cara,addio!

Il signore degli anelli-La compagnia dell'anello]

Arwen ritorna di nuovo nella storia quando, prima di prendere i Sentieri dei Morti, Aragorn incontrò un gruppo di Dúnedain (la sua gente, proveniente dal Nord), e i fratelli di Arwen, Elladan e Elrohir. Gli portarono un vessillo di tessuto nero: un dono fatto da Arwen, e un segno che lo incoraggiò a prendere il difficoltoso sentiero. Quando il vessillo fu spiegato alla Battaglia dei Campi del Pelennor per rivelare l'emblema di Elendil in mithril, gemme e oro fu il primo, trionfante annuncio del ritorno del Re.

Finalmente, Arwen arrivò a Minas Tirith dopo che Aragorn era diventato Re di Gondor e Arnor, e si sposarono.

[Era il giorno prima di Mezza Estate, quando dei messaggeri giunsero da Amon Dîn, e dissero che dal Nord arrivavano splendidi cavalieri, e si avvicinavano alle mura del Pelennor. E il Re disse: «Finalmente sono giunti. Che tutta la città si prepari!». Ed alla Vigilia di Mezza Estate, quando il cielo era blu come zaffiro e bianche stelle sbocciavano a oriente, mentre a occidente era ancora dorato, e l’aria fresca e fragrante, i cavalieri giunsero dalla via del Nord ai cancelli di Minas Tirith. In testa cavalcavano Elrohir ed Elladar con uno stendardo d’argento, seguiti da Glorfindel e da Erestor e da tutta la gente di Gran Burrone, e vi erano anche dama Galadriel e Celeborn, Sire di Lothlórien, montati su cavalli bianchi e accompagnati dalla gente della loro terra, con manti grigi e bianche gemme nei capelli; ed ultimo arrivò Messere Elrond, il più potente fra Uomini ed Elfi, reggendo lo scettro di Annúminas, ed al suo fianco su un grigio palafreno cavalcava Arwen sua figlia, Stella del Vespro del suo popolo. E Frodo, quando la vide arrivare scintillante nella sera, con le stelle sulla fronte e una celeste fragranza intorno a sé, fu colto da grande meraviglia e disse a Gandalf: «Infine comprendo perché abbiamo aspettato! Questa è la fine. Adesso non soltanto il giorno sarà splendente, ma anche la notte sarà meravigliosa e benedetta, ed ogni paura svanirà!». Allora il Re accolse gli ospiti, ed essi smontarono dai destrieri, ed Elrond depose lo scettro e mise la mano di sua figlia in quella del Re, ed essi si recarono insieme nell’Alta Città, e tutte le stelle sbocciarono in cielo. Ed Aragorn, il Re Elessar, prese in moglie Arwen Undómiel nella Città dei Re il giorno di Mezza Estate, e la storia della loro lunga attesa si concluse così.

Il signore degli anelli-Il ritorno del re]

I quattro passaggi descritti sopra sono le uniche apparizioni di Arwen nella storia, non considerando La Storia di Aragorn e Arwen. Giudicando solo secondo la visibilità, Arwen è per lo più un personaggio secondario ne Il Signore degli Anelli di Tolkien, ma nondimeno appare dettagliatamente nelle Appendici. Interpreta anche un ruolo nella trama che è sproporzionato al numero di scene in cui appare. Arwen era un'ispirazione e una motivazione per Aragorn, che, come Elrond aveva stipulato, doveva diventare nientemeno che Re di Gondor e Arnor prima di poterla sposare. Quando Éowyn s'innamorò di Aragorn fu la sua fedeltà a Arwen a trattenerlo dal ricambiare. Questo parzialmente motivò il conseguente eroico desiderio di morire di Éowyn durante la Battaglia dei Campi del Pelennor, che ebbe maggiori ripercussioni per la difesa della Terra di Mezzo.

La Storia di Aragorn e Arwen dice che Arwen ebbe da Aragorn un figlio, Eldarion, e come minimo due figlie di cui non si fa il nome. Rinunciò alla vita nel 121 della Quarta Era, a Cerin Amroth, un anno dopo la morte di Aragorn. A quel tempo, aveva 2,901 anni.

la prossima volta vi raccontero piu approfonditamente la storia di Aragorn e Arwen che è molto interessante ve lo assicuro alla prossima ^_^

3 commenti:

  1. è un personaggio sicuramente speciale... grazie per averne parlato ^_^
    curioso che Tolkien abbia raccontato così poco di lei in realtà vero? la sua storia è quasi tutta contenuta nell'appendice...
    è merito di Sir Peter Jackson di averla resa un personaggio più conosciuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è vero io non ho letto il signore degli anelli di tolkien ma da quanto ho letto anche secondo me e curioso che non abbia approfondito nel resto dell'libro l'argomento Arwen

      Elimina
    2. pero in merito a quanto hai detto Peter Jackson e riuscito nell'intento di tolkien ^_^ cioè renderla popolare ^_^

      Elimina

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...