martedì 5 marzo 2013

Lesléa Newman, Hachiko (Recensione)


Attenzione di seguito anticipazioni sulla trama!

Bene ricomponiamoci un bel sospiro e ....  ma chi voglio prendere in giro non riesco a smettere di piangereee perchè perchè perchèè mi è saltato in mente di leggerlo perchèèè  uffiiiii mi aspettavo questa mia reazione ma non cosi particolarmente esagerata nonostante avessi visto il film tre 4 anni fà  "Hachiko il cane migliore di tutto il Giappone"  è una storia stupenda e strappalacrime lo ammetto, anche se un opera di fantasia ispirata ad una storia vera. A partire già dal 3 capitolo i  miei occhi hanno iniziato a sgocciolate poi arrivata al 5 ho versato qualche lacrima 7/8/9 ho versato fiumi di lacrime una storia veramente toccante, l'amore di un Uomo nei confronti di un cane "il suo piccolo amico" lo chiama, la fedeltà che dimostra Hachiko nei suo confronti aspettando per 10 lunghi anni l'arrivo del suo padrone in quella piccola stazione di Shibuya, Yasuo che si prende cura di lui  in questo libro è racchiusa la vera essenza della fedeltà di questi animali, quando ti affezioni ad uno di essi è difficile staccartene io stessa l'ho provato sulla mia pelle, quando si convive con una animale qualunque esso sia per tanto tempo si riescono a percepire le sue emozioni i suoi stati d'animo... Hachiko è un Akita-ken un tipo di razza molto intelligente e fedele, sin dalle prime pagine queste caratteristiche si notano immediatamente. Il professor Ueno adottò Hachi nel gennaio del 1924 aveva 3 mesi allora. Esso
viaggiava ogni giorno in treno per andare a lavoro e ogni giorno Hachi  lo accompagnava, una volta partito tornava a casa e si ripresentava puntualmente 5 minuti prima delle tre alla stazione per aspettare il suo ritorno. Nel giorno del Tango Sakku " La Giornata Dei Bambini" il professore non scese dal treno perchè colto da un malore improvviso mori. Ma nonostante tutto il nostro Hachi continuo ad attenderlo per quasi 10 lunghi anni. In questo periodo di tempo un bambino che aveva conosciuto Hachi e il professore Ueno "Yasuo" insieme al capo stazione si presero cura di lui. La sua storia usci sui giornali e parecchia gente da tutto il Giappone fece a gara per venire a vedere Hachiko fino a quando un giorno non mori di vecchiaia  che tristezza grazie alle sue gesta il caro Yasuo per mantenere viva la sua memoria decise di erigere una statua nel punto esatto dove Hachicko sedeva per aspettare il professore. Per fare ciò venne indetta una colletta pubblica e nel 34 appena un anno dalla sua morte si tenne la cerimonia di innaugurazione cui partecipo una grande folla, tutta questa storia ci fa capire che la fedeltà canina possa durare per sempre ......

"La carpa è molto coraggiosa e forte, mio piccolo amico. Deve nuotare controcorrente e questo richiede molta determinazione e costanza. Ma dopo averlo fatto sa di poter superare qualunque ostacolo e tutte le diffioltà della vita. Ogni giovane maschio, incluso te Hachi, deve lottare per essere forte e coraggioso come una carpa."

<<Che Bel Cane Che Sei. Hachiko Sei Il Cane Migliore Di Tutto Il Giappone>>



2 commenti:

  1. Hai ragione!
    Io non ho letto il romanzo, ma ho visto il film un paio d'anni fa... lascrime a non finire, piangevo come una fontama.
    Impossibile non commuoversi dai!!!!

    RispondiElimina
  2. Io non ho ancora letto il libro... ma credo che lo farò quanto prima :)

    RispondiElimina

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...