sabato 27 maggio 2017

Recensione: L'uomo che lucidava le stelle di Emanuela Nava

prezzo di copertina: 9 €
144 pagine

Il mio voto: ★★★ 

Trama: “Quando ascoltano le storie i bambini hanno orecchie d’argento, come quelle degli elefanti”.
Così dice il signore con gli occhiali scuri che si presenta ogni giorno al parco con uno spazzolone lunghissimo sostenendo di passare la notte a lucidare le stelle.

I ragazzi che tutti i giorni si ritrovano al laghetto del parco cercano l'argento, le pietre e le ombre degli elefanti bianchi, mentre la signora con il maiale al guinzaglio regala caramelle e la promessa sposa spolvera le perline che adornano il suo abito nuziale.

Sono molte le storie che si raccontano i bambini. Anche storie di antenati e di antichi alchimisti e del loro simbolo, il serpente che si morde la coda. È un serpente drago che fa paura solo a chi non sa che anche la follia può far rima con poesia. Lo sa Pietro, il protagonista, lo sa la sua mamma Lorenza, lo sanno tutti i bambini del laghetto. Lo sanno persino le anitre di plastica che sussurrano alle anitre vere i loro segreti e consigliano loro di scappare, perché al laghetto ci sono anche i cacciatori.

Ma l'uomo dai tanti nomi prepara ogni sera stracci e spazzolone. Discende da antichi alchimisti e sostiene di passare la notte a lucidare le stelle. E in effetti, a furia di ascoltare storie, i ragazzi che vanno al parco notano che le stelle diventano ogni notte più splendenti…

Questo libro rientra nel progetto LIBRI AD ALTA LEGGIBILITA’ che Il Battello a Vapore ha sviluppato pensando alle esigenze di bambini e ragazzi che hanno problemi di dislessia e BES. Non si tratta di testi semplificati nei contenuti, ma di libri per tutti con caratteristiche grafiche e di impaginazione che favoriscono la leggibilità.

RECENSIONE

Buongiorno entucci, è giunta l'ora di riprendere con le recensioni. Quest'oggi vi parlerò di un romanzo per ragazzi molto carino, L'uomo che lucidava le stelle. La prima cosa che mi ha colpito questa volta non è stata la copertina bensi il titolo, va be la copertina ha avuto anche la sua parte ma la prima cosa che mi è balzata all'occhio è stato proprio il titolo. Ma Analizziamo un pò questo Romanzo... 

Come noterete sulla copertina in altro a destra c'è una dicitura con scritto AL Libo ad Alta Leggibilità, questa collana è stata realizzata apposta per i bambini dislessici, infatti è strutturato in maniera tale da rendere piu facile la lettura ai ragazzi con questi problemi. Le caratteristica di questo tipo di romanzo sono:

- L'utilizzo della Font  Leggimi, creata nel 2006 dalla Sinnos editrice appositamente per chi ha difficolta di lettura e particolarmente per chi ha problemi di dislessia.
- L'interlinea e la spaziatura del testo è più ampia di quella normale.
- Il testo è sempre allineato a sinistra e le parole non vengono mi sillabate.
- Le illustrazioni non interferiscono con le righe di testo.

E' la prima volta che mi imbatto in un libro di questo genere, è sono molto contenta che esista una collana per ragazzi con queste problematiche, la trovo un idea eccezionale ma torniamo al romanzo. 


Avevo 10 anni quando conobbi l'uomo che lucidava le stelle. Possedeva secchi, stracci e un lungo spazzolone per giungere cosi in alto. Non lo vidi mai mentre compiva il suo lavoro, ma notai che le stelle  diventavano ogni sera più splendenti. Era un uomo di mezza età che caminava con un bastone e, anche al buio indossava un paio i occhiali scuri.

Pietro è un bambino di 11 anni, che passa le sue giornate al laghetto a giocare con il maialino Lola e la sua padrona Ada, un adorabile signora che accumula cose, e con esse realizza delle piccole e preziose opere d'arte, con Blanca che vede nelle pietre gli antenati di tutti, con Ennio che cerca l'argento nei bossoli sparati dai cacciatori di anitre e tutti i bambini del villaggio vicino, che in questo luogo di ritrovo raccontano storie di antenati, di Alchimisti e del famoso Ouroboros "il serpente che si morde la coda".

Se volete sapere come stavano le cose, eravamo solo bambini e matti. 
- Solo i bambini e i matti  sono profetici - diceva l'uomo che lucidava le stelle. 
- Solo loro conoscono il destino del moindo. E anche le stesse parole. E poi aggiunse: 
- Il serpete che si morde la coda è come il tempo. Il tempo a forma di cerchio: tutto resta e niente va mai perduto nell'universo.

 La storia è narrata da Pietro una volta cresciuto, dove racconta momenti della sua infazia trascorsi al laghetto inisime ai suoi amici. Racconta della coppia Bruno e Neera che ogni volta che provano a sposarsi rimandano sempre quando per una cosa quando per un altra. E Ada ne gioisce ogni volta perchè la coppia al loro matrimonio non hanno invitato il maialino Lola, e infuriata per questa loro decisione inizia a fare dei pronostici molto sfortunati per la coppia. Fino a quando un giorno Ada sparisce cosi nel nulla, senza lasciare traccia...

La storia è carina, ma non mi ha entusiasmato a tal punto da dargli un voto alto. Mi aspettavo tanto da questo romanzo, ma sono rimasta un po delusà complessivamente. Il libro è basato principalmente su Ada, e l'uomo che Lucidava le Stelle, passa in secondo piano lo avrei apprezzato maggiormente se gli fosse dato un po piu di spazio nel romanzo. Il finale è molto commovente, è lo ammetto la lacrimuccia ha solcato le mie guance, ma come dicevo prima mi ha lasciato un vuoto dentro che non so spiegarvi.

In conclusione il mio voto non va tanto alla storia, ma alla bellissima iniziativa che il battello a vapore ha lanciato per i ragazini con problematiche DSA e BES.
Si ringrazia la casa editrice Piemme per la copia del romanzo

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...