lunedì 1 luglio 2013

Io, Però... Rosa Santoro (Recensione)


Buon giorno entucci come state è da un pò che non scrivo, ma nella settimana precedente sono stata super impegnata, ma spero di rifarmi in questa. 

Che ne dite se iniziamo con una bella recensione? 

Allora finalmente mi sono decisa a recensire il libro della Santoro Io, Pero....  gentilmente inviatomi dalla casa editrice Arduino Sacco Editore che ringrazio. 

Lo ammetto mi sto trascinando questa recensione da ben 3 settimane vi chiederete il perchè di questo ritardo, semplice non mi sentivo in vena di farlo, non riuscivo a trovare le parole corrette per recensirlo e tutt'ora mi trovo in difficoltà ma devo mettermi l'anima in pace e parlarvi di questo libro adesso..... 

C'e da dire che il libro mi incuriosiva, quando mi venne proposto dalla casa editrice per recensirlo. Dalle varie rassegne sembrava molto interessante ne parlavano tutti bene lo hanno soprannominato La nuova frontiera letteraria dell’erotismo ma sinceramente tutto questo entusiasmo e svanito dopo aver letto i primi 4 capitoli, infatti arrivata al quattordicesimo capitolo l'ho abbandonato, ero arrivata ad un punto dove non riuscivo più a sopportare il comportamento di Margherita la protagonista principale. Non so se paragonarlo ad un iniziazione alla prostituzione o a qualcos'altro, non c'e una trama fissa, non si capisce dove vuole arrivare per lei conta solo il sesso punto. Lo fa con chiunque con il suo mentore, con i suoi amici, con degli sconosciuti, a volte per soddisfare le sue voglie lo fa anche da sola è una cosa assurda io non critico lo stile della scrittrice perchè lo stile mi piace e fresco, mai volgare rientra nei limiti e proprio il libro che secondo me non va. 

Lo avrei apprezzato molto di più se ci fosse stata una trama fissa invece sono solo un miscuglio di parole cantate al vento. Adesso non ricordo se nel 12° o nel 13° capitolo la protagonista è su un treno che la riporta a casa e incontra un uomo "uno sconosciuto" al quale le confida quello che prova, in questo capitolo l'atmosfera cambia e nel leggere le parole che riferisce margherita a questo sconosciuto mi ha toccato il cuore lo ammetto e una scena tenerissima a mio parere lui sembra interessato a lei, ma alla fine il tutto viene interrotto dal fare sesso (perchè come sempre rientra nell'ordine del giorno di Margherita, è se non lo fa si sente male) e dopo aver dato sfogo alle sue esigenze lei scende dal treno e lo lascia li a bocca aperta lui la rincorre, lei sparisce. Credetemi l'ho odiata in quel momento, lui si è comportato come un amico, l'ha ascoltata, l'ha confortata e lei ha approfittato di lui mamma se l'avrei avuta tra le mani l'avrei uccisa io stessa grrr, appena ho letto questo tre pagine detto finalmente questo sconosciuto porterà Margherita sulla retta via e invece niente l'uomo scompare nel nulla non si sa che fine fa i capitoli che seguono, tutti uguali di lui neanche l'ombra e sinceramente mi sono stufata e ho detto basta se tutti i libri di questo genere sono cosi per me possono restare li dove sono e pensare che avevo intenzione di leggere 50 Sfumature ma sono sicura che eviterò di leggerlo non vorrei avere sorprese del genere Io, Pero.... 

Adesso arriva il bello il giudizio finale !!!! Non ne ho la più pallida idea di che voto dargli, dico solo che la lettura del libro ha deluso le mie aspettative da lettrice. Un consiglio che mi permetto di dare alla scrittrice e quello di impostarsi una trama ben precisa prima di scrivere un romanzo e con questo non voglio dire che la scrittrice non ha le potenziali perchè le capicità ci sono e se solo ci fosse stato qualcosa di più allettante tipo una storia d'amore fissa oppure una svolta nella vita di Margherita, anche se io non ho portato a termine la lettura e sottolineo non ho portato a termine la lettura ma ho letto altre recensioni a riguardo e nonostante le varie recensioni immagino come potrebbe andare a finire, sarebbe stata una lettura diversa e secondo me più piacevole.

2 commenti:

  1. Brava tesoro. Hai espresso in modo eccellente ciò che pensavi. Io, invece, ti dico, che sono un'appassionata del genere e mi sono ritrovata un pò basita quando ho letto questo libro, perché in fondo una trama non c'è e per tante cose devi usare l'immaginazione...

    RispondiElimina
  2. e lo so teso ma infatti se ci fosse stato un minimo di coinvolgimento la lettura sarebbe stata più piacevole ma ai mè non e sucesso e per questo mi dispiace perchè la scrittrice ha le potenzialità per farlo

    RispondiElimina

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...