sabato 29 dicembre 2012

My Secret Garden #1


Buona sera a tutti guardate cosa ho trovato fiorita nel mio giardino segreto quest'oggi

Bella vero *_* questa pianta grassa si chiama STAPELIA GRANDIFLORA viene considerata la più bella tra le specie sud africane di questo genere. E' una pianta che sviluppa steli robusti alti 30 cm. I fiori sono larghi fino a 15 cm di diametro, di colore viola scuro-marrone e con peli bianchi abbastanza lunghi lungo i margini del fiore. Fa parte della famiglia delle Asclepiadaceae. Questa Famiglia si compone di piante erbacee perenni, arbusti rampicanti, liane e alberi con foglie succulente. Fanno parte di questa famiglia alcune specie assai strane che a volte assumono forme mostruose e anomale. Altre specie hanno forma tubolare e sono poco coltivate per via della loro rara e poco vistosa produzione di fiori; altre ancora sono rampicanti ma adatte solo alla crescita in serra; ne esistono anche con fusti cilindrici e piccoli fiori. Le specie della tribù Stapeliae, ed in particolare quelle dei generi Huernia, Stapelia, Hoodia e Caralluma, posseggono fusti succulenti ed uno sviluppato e complesso meccanismo di impollinazione, simile a quello delle Orchidaceae. L'odore dei fiori è spesso associato all'odore di una carogna anche se io sinceramente non l'ho sentito ^_^ ; ha la funzione di attrarre le mosche che andranno poi a impollinare i fiori non trovate che sia bellissima *_*

CURIOSITA'

Il nome Stapelia è stato introdotto nel 1737 da Linneo, in onore di Johannes van Stapel, un medico e botanico del 1600. Alcune specie di queste piante sono anche conosciute con il nome di "stella dei fiori africani" per il loro fiori a forma di stella ma anche come "fiori carogne" per lo sgradevole odore che emanano i fiori, soprattutto nelle giornate calde, che ricorda quello delle carogne degli animali in decomposizione. Questo odore è molto apprezzato dalle mosche che accorrono provvedendo in questo modo all'impollinazione. Il loro odore inoltre, fa si che molti insetti depongono le uova sui fiori, convinti che sarà un futuro nutrimento per le loro larve. La specie S. pearsonii è elencata nella Red List dell'IUNC come specie sotto osservazione in quanto, a causa del degrado ambientale, potrebbe in futuro, avere problemi di estinzione anche se allo stato attuale (valutazione del 2006) non desta preoccupazioni. Sono delle piante molto ricercate ed ambite dagli appassionati di piante succulente ma non facilmente reperibili.

1 commento:

  1. Che bella *_* Agortos la studierebbe e ne troverebbe delle proprietà magiche XDD

    RispondiElimina

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...