martedì 4 luglio 2017

Recensione: La Mia Ultima Estate di Anne Freytag

PER CHI HA AMATO COLPA DELLE STELLE DI JOHN GREEN E VOGLIO VIVERE PRIMA DI MORIRE DI DI JENNY DOWNHAM.  

Dal 25 maggio sarà disponibile in ebook (€4,99) e in libreria (€14,90) e in anteprima al Salone del Libro di Torino dal 18 al 22 maggio. 

Il Mio Voto: ★★★★★

“Un libro pieno di sentimenti. Gli addii, la rabbia, la tristezza e l’amore. Le lacrime scendono delicate dall’inizio alla fine. Molto bello!”
RBB Radio Fritz

Sinossi: Tessa, diciassette anni, ha atteso a lungo il ragazzo perfetto, il momento perfetto, il bacio perfetto. Pensava di avere ancora molto tempo davanti a sé, prima di scoprire che a causa di un difetto cardiaco le restano poche settimane di vita. Stordita, arrabbiata, disperata, aspetta di morire chiusa nella sua stanza. È un’attesa amara, la sua, perché sa di non aver vissuto a pieno. Pensa a sé stessa come a una “ragazza soprammobile”, che morirà “vergine e senza patente”. Fino a quando non incontra Oskar e tutto sembra di nuovo possibile. Nonostante Tessa cerchi di allontanarlo, convinta che una relazione sarebbe insensata ed egoistica, lui non le lascia scampo. Oskar sa vedere dietro le apparenze, non ha paura e vuole rimanerle accanto. Pur di sorprenderla, di vedere i suoi occhi brillare per l’emozione, organizza un piano per farle vivere un’ultima estate perfetta. Un viaggio in Italia a bordo della sua Volvo sgangherata per ammirare i tesori di Firenze, sedersi sulla scalinata di Piazza di Spagna, mangiare una pizza a Napoli. Un’ultima estate in cui il tempo non ha importanza e ciò che conta sono solo i sentimenti.

Un romanzo che emoziona e fa riflettere, che tra sorrisi e lacrime ci ricorda quanto sia importante vivere il presente.

Bio: Anne Freytag è nata nel 1982 e vive a Monaco. Prima di dedicarsi completamente alla scrittura ha lavorato per un’agenzia pubblicitaria. Ha già pubblicato diversi romanzi, anche con lo pseudonimo di Ally Taylor. La mia ultima estate è il suo primo New Adult. Accolto con entusiasmo da pubblico e critica, ha conquistato i cuori di migliaia di lettrici.

“Un romanzo toccante e allo stesso tempo di una carica potente.”
Frau von Heute

“Così emozionante da essere adatto per ogni età. Incredibilmente commovente, un libro che dà speranza.” 
Moni Littel

 

"*Sapere che si è mortali significa in realtà morire due volte, anzi, tutte le volte che si sa di dover morire* "

La citazione è un passo di un opera di Emil Cioran, tratto da - La caduta del tempo - Ma provate ad immaginare, se questo pensiero fosse una costante nella vita di qualcuno,  come pensate che questi affrontebbe la sua esistenza?

Tessa, la protagonista di questo romanzo, edito Leggereditore (che ringrazio per il gradito omaggio), ha scoperto che la sua vita cesserà a soli diciassette anni  a causa della malformazione cardiaca e polmonare do cui è affetta, patologia d'avanti la quale si è dovuta arrendere anche la scienza, limitando il suo intervento a semplici cure palliative tali da alleviare, anche se di poco, le proprie sofferenze!

Vestendo i panni di Tessa la frase di Cioran è piombata nella mia testa come un fulmine... Tessa muore ogni qualvolta osserva il suo riflesso allo specchio, muore quando gli spasmi non le permettono di respirare, muore vivendo nell' alone della sua stessa esistenza... Ma non è solo la sua vita ad andare in frantumi, la mamma consapevole del suo problema fin dai primi giorni di vita, per ben diciassette anni ha indossato la maschera della menzogna, impotente d'avanti a quel destino beffardo che le ruberà l'adorata figlia troppo presto! Se solo quel giorno Tessa non avesse cercato nelle scartoffie non me sarebbe mai venuta a conoscenza, scoperta che incrinerà quello splendido rapporto che ha da sempre legato le due donne.

Le sue giornate so o ora scandite dalla flebile luce che entra dalla finestra,i n attesa che giunga l'ora, ma proprio quando tutto sembra perduto, nella vita di Tessa fa  l'ingresso Oscar, diciannove con l'unico scopo di far rivivere Tessa attingendo all'amore che prova nei suoi confronti riuscendo nel suo intento tanto da convincerla ad abbandonare quel letto, ormai divenuto l'unica certezza della ragazza, e intraprendere un viaggio in giro per l'Italia, viaggio che risulterà essere la cornice della sua magica " *ultima estate* "

Ho apprezzato moto che fosse la stessa protagonista a dare voce alla sua storia.
Così come ho amato l'introspettiva di Oscar che mi ha permesso, non solo di conoscere il suo intimo. Ma anche di assaporare quel sentimento chiamato amore che lo lega a Tessa.
Un romanzo commovente che vi farà soppresare tutti quegli attimi persi inutilmente

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...