Info sui cookie usati qui.

menu

Sono In Corso le seguenti iniziative

mercoledì 1 giugno 2016

Recensione: Il Cattivo Ragazzo Che Voglio di Giulia Besa

Titolo: Il cattivo ragazzo che voglio
Autore: Giulia Besa
Editore: Giunti Editore

Trama: Chiara, ultimo anno di liceo a Roma, è la classica brava ragazza. La sua migliore amica lotta da anni per trascinarla in discoteca e farla divertire, ma invano. Il fidanzamento con Tommaso, un ragazzo più grande di lei, si è chiuso nel peggiore dei modi: al momento in cui si sono trovati insieme e nella giusta circostanza, Chiara non è riuscita a fare l'amore perché le è mancata la sicurezza. E lui, dopo averla invitata al Circo Massimo in una bella serata di vento, la molla, umiliandola davanti agli amici. Pochi giorni dopo Chiara conosce Cesare e non può non notarlo: alto, fisico atletico e muscoloso, capelli neri che lambiscono il viso dalla carnagione chiara; e gli occhi, due opali nere, al fondo delle quali si nasconde sempre un velo di malinconia. Ma Cesare è pericoloso quanto fascinoso: schivo, volubile, ha tatuato sul petto un intrico di rovi, simbolo evidente della sua chiusura agli affetti. Chiara è attratta, ma cerca in tutti i modi di starne alla larga. Anche Cesare, che nasconde ferite antiche e profonde, vorrebbe stare lontano da Chiara, ma l'attrazione reciproca è forte. Comincia così un'intensa e combattuta storia d'amore, sullo sfondo di una bellissima Roma, affascinante quanto i giovani protagonisti.

Buon pomerigio fantastici 😃 
Oggi, vi parlerò di un nuovo libro, edito Giunti, che ringrazio nuovamente per il gradito omaggio. Il cattivo ragazzo che voglio, scritto da Giulia Besa. Tempo fa, lessi un' altro suo romanzo "Raccontami ancora di noi" lo divorai letteralmente, mi coinvolse dalla prima pagina, purtroppo, non è stato così per quest' ultimo. (( No va beh, come ci si può concentrare a scrivere una recensione col proprio compagno che ti chiama, cantando il tuo nome😫 ad intervalli.... pari a zero. Respiro profondo, uno, due, tre.... ook concentrazione arivia)) Stavo dicendo, che questo romanzo, non mi ha stregata, come immaginavo, non si è creato un feeling con la protagonista, anzi, l' ho trovata urticante, mi è piaciuta, solo in piccolissime parti, ma andiamo con ordine...

Chiara, è una ragazza di diciotto anni che frequenta l' ultimo anno di liceo, a scuola va alla grande, mantenendo la media dell' otto, nonostante abbia alle spalle una storia triste. Fidanzata da un mese con Tommaso, studente universitario più grande di quattro anni,n on affezionatevi a Tommy, la loro storia, non avrà vita lunga, perché Chiara, a diciotto anni, ha esageratamente terrore del sesso, quasi come fosse un tabù, infatti è vergine, e fin qua non ci sarebbe nulla di male, ma figlia mia, neanche mia nipote che di anni ne ha meno, fa certi ragionamenti... e comunque il ragazzo, non è colui che Chiara pensava. ho trovato la protagonista un po' incoerente, si fa una serie di problemi sul fare l' amore col proprio ragazzo, e poi, andando avanti con i capitoli, sembra quasi una assatanata , anche solo col pensiero... comunque, nella sua vita, c' è Alessandra, sua migliore amica dai tempi dell' asilo, Ale, le sta vicino nel periodo della rottura con Tommaso, come solo una vera amica sa fare, la sprona, la esorta ad uscire, a divertirsi, e sopratutto la mette in guardia da Cesare, Il classico cattivo ragazzo, che spezza i cuori delle ragazze, che non lega rapporti duraturi con nessuno, che mette soggezione... per Chiara, Cesare, diventa un' ossessione, se ne innamora in un nano secondo, lo desidera, si sente attratta come una calamita, ecco quello che succede starà a voi scoprirlo, io posso solo dirvi che la signorina, da "Oddio hai usato la parola sesso", passerà al " voglio che mi scopi" in un batter d'occhio" ... 

No, io e Chiara non ci siamo amate dal primo momento, ho ammirato molto di più Alessandra, perspicace, genuina, con i suoi alti e bassi ma dal carattere decisamente più determinato. Le pagine dedicate a Cesare, mi hanno fatto venire in mente il protagonista di un' altro romanzo, Hardin di After, probabilmente, è la caratteristica del cattivo ragazzo, ma la sensazione è stata quella fino alla fine. Spero Giulia non me ne voglia, ma sono stata sincera, ciò non toglie, che ammiro la scrittura, fresca scorrevole ma Purtroppo il mio voto per questo suo ultimo libro è di tre stelline, sono convinta che sia stata colpa della non alchimia con Chiara, ragazze il mio è naturalmente un parere soggettivo, e come tale vuole preso, se qualcuna di voi lo avesse letto, o lo leggerà, sarei contenta di confrontarmi con voi, sui personaggi. Ora vi saluto, vi mando un mega bacione 
Alla prossima

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...