venerdì 12 giugno 2015

Viale Corrado Bianco di Gino Risso


TITOLO: Viale Corrado Bianco - Storia di Gino e Luisin
AUTORE: Gino Risso
PAGINE: 94
EDIZIONI: Pangramma
PREZZO: 7,00 euro
TRAMA: Gino, che è un protagonista della vita di Costigliole, sente l'esigenza di scrivere questa storia tragica quando il suo maestro di vita Luisin è morto da tempo e anche altri partigiani se ne sono andati.

Tocca ora a lui, che da ragazzo da raccolto queste testimonianze, tramandarle a quelli più giovani, perché Corrado, morto a ventiquattro anni per l'idea di libertà e giustizia sociale, può spiegare la tragedia della guerra e le scelta dolorose che la sua generazione ha dovuto compiere, convinto che il generoso esempio del partigiano possa essere ancora utile ai giovani di oggi, che vivono in un periodo di grande dissoluzione degli ideali e che possono imparare il senso di responsabilità, di lealtà, di generosità da storie del passato come questa.


Una storia quella di Gino che saprà portarvi in un passato reale, vissuto. Uno di quei racconti che spesso alcuni di noi hanno sentito dai propri nonni, di una vita difficile ma forse più vera e genuina, dove i ragazzi avevano rispetto delle tradizioni e si accontentavano di quel poco che ai quei tempi la vita offriva.

Gino narra la sua storia da ragazzo e della sua amicizia con Luisin, padre di Corrado Bianco, detto Barbarossa. partigiano ucciso nel 1944 da un balordo.

Luisin insegna molte cose al giovane ragazzo, insegnamenti di cui ancora adesso fa tesoro, senza dimenticarli mai e senza dimenticare il suo caro amico che è stato come un secondo padre.

Nel libro l'autore racconta anche la storia di Corrado, partigiano della IX Divisione Garibaldi che ha dato la vita per la libertà.

Una storia commovente e "vera", ci tengo a precisarlo, questa è una storia di vita vissuta. sono storie che non vanno dimenticate, come non bisogna mai dimenticare chi l'ha vissuta e gli eroi che hanno pagato con la vita per la libertà di cui noi oggi godiamo, ed è solo merito loro e molti di noi nemmeno lo sanno.

Una storia per non dimenticare e per non dimenticarli.

Gino non è uno scrittore, no, lui è il proprietario del ristorante Roma a Costigliole d'Asti, eppure la sua scrittura, il modo di narrare non è seconda a quella di tanti "veri" scrittori.
Un racconto che saprà catturarvi, emozionarvi e anche commuovere. Una storia vera, da leggere e scoprire.

Si ringrazia l'autore per la copia del libro

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...