sabato 30 maggio 2015

Una luce Improvvisa di Garth Stein (Recensione)

TITOLO: Una luce improvvisa
AUTORE: Garth Stein
PAGINE: 432
EDIZIONI: Piemme
PREZZO: 18,50

TRAMA: E' un pomeriggio d'estate e Trevor Riddell è in viaggio verso Seattle con suo padre. Viaggiano in silenzio: Trevor, quattordicenne, pensa ai genitori che si stanno separando, e gli sembra una cosa impossibile.

Suo padre Jones guida, e intanto pensa al proprio fallimento economico, a sua m9glie che si allontanata, e alla grande casa di famiglia, dove ora è diretto con il figlio per un motivo che conosce soltanto lui.

Lì, tra le mura di Riddle House, una immensa magione nei boschi, ormai mangiata dall'edera, fatta di mille stanze, sale da ballo e salotti un tempo sempre illuminati, si è svolta la storia dei suoi avi - piena di luci e bagliori, ma anche di ombre e oscurità.

Una storia che comincia con il bis-bis nonno Elijah, barone del legname, colpevole di aver sventrato le foreste americane, ai primi del '900, accumulando una fortuna immensa. E continua con i suoi figli e i figli dei suoi figli, vite splendide o spezzate, avvolte nel mistero del tempo, consumate tra errori, amori sbagliati, sogni troppo grandi.

Spetterà al giovane Trevor, nella lunga magica estate che lo aspetta, gettare luce sui misteri di Riddle House, e aiutare suo padre a riconciliarsi con il passato della sua famiglia, scoprendo che cosa ha avvelenato a poco a poco i suoi membri, per generazioni, come una maledizione.
Garth Stein ci regala una grande saga piena di mistero e bellezza, che racconta il peso invincibile dell'eredità familiare, e indaga sui fantasmi che ognuno porta dentro.

E' estate e il giovane Trevor è in viaggio con suo padre verso Riddle House, la vecchia casa di famiglia ormai decadente, e così sembra preannunciarsi un'estate sofferente e noiosa per il ragazzo, senza sapere che tra quelle mura scoprirà segreti mai raccontati della famiglia Riddle.

Il giovane dovrà anche fare i conti con i fantasmi dei suoi avi che si manifestano a lui e a lui soltanto.

Perché dopo secoli hanno deciso di farsi vedere e perché solo da Trevor?
Perché solo lui può salvare il vecchio patrimonio e restituire Riddle Houe alla natura.

Riuscirà dunque il giovane a far luce sui tanti misteri e ridare pace ai vecchi fantasmi?

Trevor scoprirà che fra quelle mura così deprimenti vi è una storia affascinante che i membri di quella stirpe hanno creato.

Una storia interessante e intrigante ma anche triste, fatta di amore, odio e tragedia. Trevor vivrà così una lunga e magica estate.

Un romanzo affascinante e curioso che vi catturerà fin dall'inizio con un finale dolce e commovente.
Una scrittura fluida e per nulla banale quella di Garth Stein che renderà ancora più piacevole la vostra lettura.
Si ringrazia la casa editrice per la copia del libro

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...