venerdì 6 febbraio 2015

Un Libro Un Film, Streghette al Cinema



Buon pomeriggio entucci ecco la prima puntata della nuova iniziativa dedicata al cinema.
In questa rubbrica recensiremo film attinenti ai libri e molto altro.
Per questa prima puntata abbiamo scelto di recensire per voi:
Come l'acqua per gli elefanti di Francis Lawrence (Recensione film in collaborazione con Isilme)

Titolo: Come l'acqua per gli elefanti
Regia: Francis Lawrence
Distribuzione: 20th Century Fox
Durata: 122'
Cast: Robert Pattinson, Reese Witherspoon, Christoph Waltz, James Frain, Hal Holbrook, Paul Schneider
Anno di uscita: 2011
Tratto da: Come l'acqua per gli elefanti di Sara Gruen



Trama: Il film si apre nel 2003, negli Stati Uniti, dove il proprietario di un piccolo circo statunitense, arrivato con esso ad Albany, incontra e soccorre un uomo anziano di 95 anni chiamato Jacob Jankowski, che apparentemente si è separato dal pullman del suo gruppo della sua casa di riposo, che aveva recentemente visitato il circo. I due iniziano a parlarsi e Jacob rivela di aver lavorato in un circo e di essere stato presente durante uno dei "più infami incidenti circensi" della storia. A questo punto il proprietario gli prega di raccontare la sua storia, e Jacob lo accontenta.

Il racconto del pacifico anziano, così, si apre nel 1931, in pieno periodo della Grande depressione, quando Jacob aveva 23 anni e faceva parte di una famiglia americana ma di origini polacche. Egli studiava per diventare veterinario presso l'Università di Cornell di New York. Purtroppo, proprio il giorno del suo ultimo esame, viene informato che i suoi genitori sono rimasti vittime di un incidente automobilistico. Il padre ha lasciato grossi debiti con la banca per pagare l'università al figlio e, non avendo nessun altro parente, al giovane Jacob non rimane più nulla e così fugge dalla sua città saltando sul vagone di un treno in movimento, dove incontra il vecchio Camel.

Solo il giorno dopo Jacob scopre di essere involontariamente salito sul treno del Circo dei Fratelli Benzini e qui i buttafuori lo portano ad incontrare August Rosenbluth, il proprietario e capo addestratore del circo e la sua bellissima moglie Marlena. Dopo che Jacob nota dei problemi su Silver, uno dei cavalli del circo, August decide di assumerlo come veterinario del circo. Jacob esamina il cavallo e riporta che l'animale è affetto da una grave laminite, che presto non gli permetterà più di esibirsi. August però non gli dà ascolto e Jacob, per non permettere che Silver ricevesse altri maltrattamenti, decide di sopprimere il cavallo senza il permesso di August. Questo si infuria per aver ucciso uno dei suoi animali e minaccia Jacob di buttarlo fuori se oserà compiere ulteriori azioni contro i suoi ordini, dicendo che per lui la sofferenza di un animale è nulla in confronto a quella di un uomo affamato.

Per rimpiazzare Silver, August si procura l'elefantessa Rosie. Questo lo entusiasma e organizza una cena privata invitando Jacob a mangiare con lui e sua moglie. Jacob rimane turbato dalla cena, dove August e Marlena (di cui si è innamorato) amoreggiano e ballano di fronte a lui e scopre che in realtà la loro relazione non è una delle più solide, per via di August che si dimostra possessivo, geloso ed alcune volte addirittura violento nei confronti di Marlena. Nelle settimane seguenti, August si infuria su Rosie non riuscendo a domarla per i numeri del circo, al tal punto che inizia addirittura a picchiarla perché non esegue i suoi comandi. Jacob scopre però che l'elefantessa era stata addestrata in passato da un uomo polacco quindi l'animale comprende solo comandi detti in lingua polacca. Trovata la soluzione, Rosie riesce finalmente ad essere addestrata e si esibisce splendidamente, così il circo gode di un breve periodo di successo. Durante gli allenamenti di Rosie, Jacob e Marlena passano del tempo insieme e si innamorano.

Una notte August scopre la loro relazione e minaccia entrambi crudelmente, così Jacob e Marlena scappano dal circo e si rifugiano in un hotel. La coppia viene però raggiunta dagli uomini-buttafuori di August, che portano via Marlena contro la sua volontà e pestano Jacob. Dopo essersi ripreso dalle ferite subite, Jacob raggiunge il circo alla ricerca di Marlena e quando la ritrova, la donna lo informa che August ha fatto uccidere Camel e Walter, un altro suo amico. Per via degli ordini disumani e crudeli di August, diversi lavoratori del circo decidono di vendicarsi aprendo le gabbie degli animali durante uno spettacolo, scatenando il caos più totale. Jacob entra nel tendone principale e cerca di soccorrere Marlena, ma viene assalito dagli uomini di August, mentre questo si avventa su Marlena cercando di strangolarla. Ma due lavoratori ribelli del circo arrivano ad aiutare Jacob, mentre August viene ucciso da Rosie. Il circo dei Fratelli Benzini fallisce.

L'anziano Jacob finisce il racconto dicendo come lui, Marlena e Rosie abbiano, alla fine della depressione, intrapreso una carriera al Circo Rinling portandosi gli animali che si erano salvati dall'incidente, come lui si sia sposato con Marlena dando alla luce cinque figli e come si siano presi cura di Rosie fino alla sua morte di vecchiaia. Jacob, nel corso di questi 72 anni passati bene, si laureò a 24 anni, comprò una casa ad Albany con Marlena e prese lavoro come veterinario per gli animali del circo portati allo zoo di Albany finché non invecchiò ed andò in pensione, alla morte di Marlena, scomparsa nel sonno da anziana. Jacob, anche se pensionato da molto tempo, domanda al proprietario del circo se può lavorare come bigliettaio del circo, in ricordo dei vecchi tempi. Il proprietario accetta e Jacob sorride affermando di essere "tornato a casa".


Film tratto dall'omonimo romanzo di Sara Gruen, "Come l'acqua per gli elefanti" è entrato nel cuori di molti spettatori.

E' un melodramma circense, ambientato nell'America degli anni '30 durante la Grande Depressione. Anno in cui prendono il via i circhi itineranti.

L'uscita nelle sale nel 2011 di questo film, segna il ritorno gioioso di questo piccolo grande angolo di umanità, caratterizzato da giocolieri, acrobati, domatori, dalla classica donna cannone, passando per molti animale esotici. Cosa che non accadeva da tempo al cinema.


Mi ha emozionato moltissimo il rapporto uomo-animale che si è creato tra Rosie, l'elefantessa altra protagonista di questo film, e due degli attori Jacob e Marlena. Mi ha emozionato vedere l'amore che nutrivano per questo grande ma così indifeso animale e adesso sono sempre più convinta che mai nella mai vita andrò a vedere uno "spettacolo", se così si può definire, dove animali esotici vengono estirpati dal loro habitat naturale e costretti a esibirsi per compiacere un pubblico che pare insensibile di fronte alla loro sofferenza.

E sotto questo punti di vista il film può essere definito crudo. La maggiore protagonista di questi maltrattamenti è proprio Rosie, continuamente attaccata dal proprietario del circo, malmenata solo perché non eseguiva gli ordini.

Film profondo e riflessivo, a tratti commovente e a tratti allegro, mi ha lasciato veramente molto colpita.

Di seguito trovate il trailer ufficiale in lingua italiana di questo splendido film.





Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...