domenica 21 dicembre 2014

L'Eredità Del Serpente di Diletta Brizzi (Recensione)


Finalmente sono riuscita a pubblicare la recensione d questo primo libro inserito nella Lista Della Challeng Iniziamo con L'eredità Del Serpente Di Diletta Brizzi

Titolo: L'eredità del Serpente
Autore: Diletta Brizzi
Editore: Self-Publishing


TRAMA: La vita di Aurora, ventitreenne con la passione per l'esoterismo e le pratiche occulte, scorre serena e monotona. Almeno fino a quando non incrocerà gli occhi di ghiaccio di un uomo inquietante e apparentemente privo di umanità che sembra essere legato al suo passato...un passato ancestrale di cui la giovane ragazza ignora persino l'esistenza.


Lui è Azazel, uno dei sette Principi dell'Inferno, decaduto dal Cielo in un'epoca dimenticata dall'uomo a causa di un peccato che per grazia divina era concesso unicamente agli esseri umani: l'amore. 
Ma le cose per lui non stanno andando si aspettava.

Spogliato delle vesti di Principe dall'Imperatore Lucifero, suo padre, intenzionato a riconquistarne la fiducia e riprendere il posto che gli spetta accanto a lui, Azazel tenta di infrangere la più antica e catastrofica profezia biblica, per volgere la vittoria finale a favore dell'Inferno. 

Un'impresa che lo porterà a incrociare il cammino di Aurora, ragazza dallo sguardo familiare, del più potente Arcangelo del Cielo, interessato anch'egli alla giovane e a una profezia le cui radici furono poste in un passato che tutti e tre sembrano aver dimenticato e che li riguarda molto da vicino.


Diletta Brizzi un nome una garanzia, la conosco da un bel po di tempo entrambe siamo le direttrici di un blog letterario, sapevo che aveva intrapreso la strada della scrittrice ma non ho mai avuto l'occasione di leggere un suo romanzo anche se qui si parla di un racconto breve di circa 50 pagine, a mio parere straordinario anche se durato poco.

L'eredità del serpente narra la storia d'amore che nasce tra Azazel, uno dei 7 principi degli inferi e Aurora una ragazza semplice con un passato al quanto discutibile. La storia si svolge per la maggior parte tra le vie di Lucca e la chiesa di San Michele. Ci sarebbe molto da dire su questo racconto ma essendo solamente 50 pagine mi viene molto difficile sintetizzare il tutto, perciò eviterò di raccontarvi per filo e per segno la trama.

Una cosa che ho molto apprezzato e l'inserimento dei versetti sull'Apocalisse di Giovanni e il primo libro di Enoch quest'ultimo (cito l'autrice) "è apocrifo e narra del congiungimento carnale tra angeli e donne mortali" noi grazie alla letteratura cristiana li conosciamo come Nefilim, d'altronde nel romanzo si parla di Angeli e Demoni quindi la scelta è azzeccatissima.

Cos'altro dire be il racconto e molto coinvolgente e scritto bene, lo si legge in un ora, un ora e mezza al massimo, lo ammetto la fine ti lascia un pò cosi e ti invoglia a stressare Diletta per il seguito, cosa che è stata gia testata da me e l'autrice lo puo confermare, tesorina ti avrei dato 5 stelline ma ti penalizzo per le pagine quindi beccatene 4 spero che il prossimo sia un tantino più lungo :P

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...