lunedì 17 novembre 2014

La Compagnia della Morte di Alfredo Colitto (Recensione)

Titolo: La compagnia della morte
Autore: Alfredo Colitto
Editore: Piemme
Pagine: 182
Prezzo: 1,90 €

Trama: Napoli, 14 agosto 1655. Il caldo torrido del pomeriggio non dà pace alle vie affollate della città, ma il pittore Sebastiano Filieri non può restarsene tra le fresche mura della cappella di Palazzo Agliaro, dove sta dipingendo un ciclo di affreschi. Lo attende un compito difficile: dire addio a Maria, la sorella di sua moglie Angela, l’ultimo affetto che gli resta della sua famiglia decimata. Mentre Sebastiano è al suo capezzale, la donna pronuncia poche parole: un delirio, all’apparenza, ma a lui rivelano una verità che cercava da anni. La verità sulla morte di Angela. 

Quelle parole lo riportano ai tragici giorni della rivolta di Masaniello, quando era entrato nella Compagnia della Morte, una società segreta di pittori che durante la notte cercavano e assalivano i soldati spagnoli nelle vie di Napoli, per testimoniare con la spada che la loro città mai si sarebbe rassegnata al dominio straniero. Ma una notte, di ritorno da una missione, Sebastiano aveva trovato la moglie e la figlia crudelmente assassinate, da una persona che ormai era già morta. Distrutto dal dolore, aveva lasciato la Compagnia. Ora, però, accanto a Maria, morente, comprende che il colpevole è un altro, e che la vendetta è ancora possibile.



Breve romanzo che probabilmente servirà come lancio al prossimo libro di Alfredo Colitto, La peste, in libreria dall'11 novembre.

Che dire di questo libro: avventuroso, intrigante, si fa leggere tutto d'un fiato. Una storia fatta di morte, intrighi, vendette.

Molto credibili e accurate le descrizioni delle ambientazioni, così tanto che i lettori si trovano a dare la caccia
al colpevole insieme al protagonista Sebastiano Filieri.

E come non amare proprio quest'ultimo? Un personaggio sincero e leale, coraggioso e affascinante che riesce a "far vivere" al lettore l'intera storia.

Qua e là, Colitto alimenta la suspense inserendo colpi di scena e una giusta dose di tensione che porta i lettori a non riuscire a non divorare una pagina dopo l'altra.

Posso dire di aspettare con trepidazione il suo prossimo romanzo!

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...