venerdì 17 ottobre 2014

Halloween: Storia, Miti, Leggende e Tradizioni


Carissimi entucci come avrete potuto notare abbiamo iniziato con gli speciali di halloween, del resto quale giorno migliore se non venerdì 17 e a meno di 13 giorni da una delle feste più belle dell'anno (seconda solo a Natale), da oggi fino al 31 ottobre le vostre Secret Girls pubblicheranno per voi degli speciali dove si parlerà di questa meravigliosa festa. Tutorial che vi insegneranno a fare festoni a basso costo e carini, nail art, racconti, film, musica, ricette e libri, per chi poi ha un animo da streghetta o maghetto vi insegneremo dei piccoli riti da creare senza difficoltà e senza armarsi di oggetti introvabili e costosi.

Non mi resta che dirvi di seguirci e

La festa di Halloween, curiosità e inizi.

Forse non tutti sanno che Halloween è una festività anglosassone che trae le sue origini da ricorrenze celtiche che ha assunto negli Stati Uniti le forme accentuatamente macabre e spesso violente con cui oggi la conosciamo e che si celebra la notte del 31 ottobre.

La storia di Halloween risale a tempi remoti, a quando la Francia, l’Inghilterra, l’Irlanda, la Scozia e l'Italia centro-settentrionale facevano parte della cultura celtica.

Halloween viene più tipicamente collegata alla festa celtica di Samhain (originariamente scritto Samuin). Il nome della festività deriva dall'antico irlandese e significa approssimativamente fine dell'estate.

La parola Halloween rappresenta una variante scozzese del nome completo All-Hallows-Eve, cioè la notte prima di Ognissanti.

Negli ultimi anni la festività di Halloween ha assunto carattere consumistico, perdendo la sua origine, con festeggiamenti che durano interi weekend.

Halloween viene festeggiato come una "festa del costume", dove party in maschera e festeggiamenti tematici superano il tipico valore tradizionale del dolcetto o scherzetto.




Lo sviluppo di oggetti e simboli associati ad Halloween si è andato formando col passare del tempo. Ad esempio l'uso di intagliare zucche con espressioni spaventose o grottesche si è sostituita alla tradizione irlandese e scozzese di intagliare rape per farne lanterne con cui ricordare le anime bloccate nel Purgatorio.


Quando gli irlandesi andarono in Nord America iniziarono ad utilizzare la zucca originaria del posto, che era disponibile in quantità molto elevate ed era molto più grande e facile da intagliare.



Fare dolcetto o scherzetto è un'usanza di Halloween, dove i bambini vanno travestiti di casa in casa chiedendo dolciumi e caramelle o qualche spicciolo con la domanda Dolcetto o scherzetto?, ovvero Trick or treat.

Trick or treat in realtà significa anche sacrificio o maledizione. Esiste una filastrocca inglese insegnata ai bambini delle Elementari su questa usanza.

La pratica del travestirsi risale al Medioevo e si rifà alla pratica tardomedievale dell'elemosina, quando la gente povera andava porta a porta a Ognissanti (il 1º novembre) e riceveva cibo in cambio di preghiere. Questa usanza nacque in Irlanda e Gran Bretagna.


L' usanza di Halloween della lanterna è legata alla famosa leggenda dell'irlandese Jack, un fabbro astuto, avaro e ubriacone, che un giorno al bar incontrò il diavolo. A causa del suo stato d'ebbrezza, la sua anima era quasi nelle mani del diavolo, ma, astutamente, riuscì a far trasformare il diavolo in una moneta promettendogli la sua anima in cambio di un'ultima bevuta.

Jack mise il diavolo nel suo borsello, accanto ad una croce d'argento, cosicché egli non potesse ritrasformarsi. Allora il diavolo gli promise che non si sarebbe preso la sua anima nei successivi dieci anni e Jack lo lasciò libero.

Passati i dieci anni, il diavolo si presentò nuovamente e Jack gli chiese di raccogliere una mela da un albero prima di prendersi la sua anima. Quando il diavolo salì sull'albero, il furbo Jack incise una croce sul tronco, in modo che non potesse più scendere.

Soltanto dopo un lungo battibecco i due giunsero ad un compromesso: in cambio della libertà, il diavolo avrebbe dovuto risparmiare la dannazione eterna a Jack.

Durante la propria vita Jack commise tanti peccati e quando morì venne rifiutato dal paradiso e presentatosi all'Inferno, venne scacciato dal demonio e all'osservazione di Jack che fuori faceva freddo e buio, il demonio gli tirò un tizzone ardente, che avrebbe bruciato in eterno in quanto proveniente dall'Inferno. Jack mise il tizzone all'interno di una rapa che aveva con sé per non bruciarsi, così cominciò da quel momento a girare senza tregua alla ricerca di un luogo di riposo sulla terra.

Halloween sarebbe dunque il giorno nel quale Jack va a caccia di un rifugio.

Gli abitanti di ogni paese appendono una lanterna fuori dalla porta per indicare all'infelice anima che la loro casa non è posto per lui.

Quindi miei cari entucci  sbarrate le porte, chiudete le finestre e state attenti agli spiritelli

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...